Il nuovo progetto!

«I discepoli dissero a Gesù, “Raccontaci com’è il Regno dei Cieli”. Egli disse loro: “È come un granello di senape, il più piccolo dei semi, ma quando cade su terreno preparato, genera una pianta grande e diventa riparo per gli uccelli del cielo”.»

Ogni progetto nasce da un’intuizione e gli sviluppi sono frutto dell’impegno delle persone che, con passione, portano avanti ciò in cui credono.

Nella nostra diocesi, a piccoli passi, sta prendendo piede un’esperienza di Azione Cattolica nuova e diversa, quasi stravolgente, dedicata interamente a studenti liceali, siano essi di San Marino che del Montefeltro. Questa nuova avventura si chiama Movimento Studenti di AC (MSAC) e in Italia è consolidata in moltissime realtà diocesane, tant’è che in alcune scuole risulta essere un punto di riferimento per coloro che vogliono impegnarsi – in primis, come cattolici – anche tra i banchi di scuola.

Il MSAC fa parte del Forum delle Associazioni Studentesche maggiormente rappresentative presso il MIUR (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca) ed ha modo, pertanto, di portare il proprio contributo in maniera diretta all’interno del ministero.

Fondamentalmente, il percorso che introduce e conduce alla creazione di uno o più circoli del Movimento (dipendentemente dal numero delle scuole presenti in territorio) è preceduto da alcuni passi necessari al comprendere cosa, come e perché “fare MSAC” e, soprattutto, avendo la peculiarità di vivere una diocesi che comprende due Stati – quindi due legislazioni differenti – occorre capire bene quali tematiche portare avanti insieme e quali invece andrebbero calate sulle particolari esigenze dei vari plessi.

Chiusa questa importante premessa, si stanno cercando amici e simpatizzanti (sia studenti che docenti, ma anche genitori) che diano una mano alla creazione di questo progetto che vuole diventare stimolo per le giovanissime e i giovanissimi della nostra diocesi per portare e vivere la propria fede tra le mura scolastiche. L’asinello simbolo del Movimento, infatti, ricorda lo stesso che portò Gesù durante l’ingresso in Gerusalemme. Nella quotidianità si riconosce il vero volto di una persona ed è a scuola che i nostri giovanissimi spendono e dedicano la maggior parte del loro tempo: portando la Parola con sé, ogni giornata vissuta con i compagni di classe diventerà speciale ed unica.

Tutto questo, vogliamo sottolinearlo, rimane anche un’occasione di crescita e impegno per tutti, non solo per chi è di fede cattolica. Quello che viene vissuto in termini di formazione, incontri, programmazioni, eccetera… è dedicato interamente alla propria scuola e al proprio futuro, quindi chiunque può dare un contributo. Il MSAC diventa mero strumento di azione a tal fine, perché mette a disposizione una rete di contatti e persone a cui fare riferimento.

Si veda, a conclusione del nostro articolo, la definizione che il MSAC propone come propria ragion d’essere: “Il MSAC nasce dagli studenti di AC per gli studenti di tutte le scuole superiori, senza alcun tipo di discriminazione ideologica, politica e culturale. Gli Msacchini testimoniano la fede con la semplicità della loro vita: caratteristica del MSAC è di coinvolgere tutti gli studenti che abitano le nostre scuole – anche e soprattutto quelli lontani da un cammino di fede strutturato, e per questo il MSAC è la proposta missionaria dell’AC nelle scuole.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *