Convegno della Pace

Gennaio, in tutto il mondo, è il mese dedicato alla pace: alla sua promozione, celebrazione e ai messaggi che ogni leader – a partire dal Santo Padre – invia alla società del nostro tempo perché sia valorizzata la non violenza, discriminando guerra e odio.

L’Équipe ACR, per questo, organizza annualmente un incontro diocesano dedicato interamente a questo tema, definito appunto “Convegno della Pace” e che questo mese avrà luogo il 27 Gennaio.

All’interno di questa giornata, tutte le ragazze e i ragazzi di San Marino – Montefeltro, insieme ai loro educatori, vivranno insieme la Santa Messa, attività e giochi… il tutto declinato allo scoprire il messaggio di pace che ognuno deve fare proprio nella quotidianità: a scuola, durante le attività sportive, a casa.

In tutta Italia viene celebrato un evento simile e, anche in maniera unitaria, tutta l’Azione Cattolica condivide con i propri aderenti e simpatizzanti la promozione di questo valore, a partire dalla “Marcia della Pace” a cui l’associazione ha preso parte e che ha avuto luogo lo scorso 31 Dicembre a Matera.

In questo 2019, prendendo spunto dal tema dell’anno associativo in corso “Ci prendo gusto”, la proposta nazionale è stata intitolata “La pace è servita” perché sia sollecitata la riflessione sulla libertà, la dignità e l’autonomia personale ed economica come vie verso la costruzione della pace. In un tempo in cui il valore di ciò che acquistiamo e mangiamo non sempre corrisponde al valore reale dei prodotti e al lavoro necessario per portarli nelle nostre tavole, l’Azione Cattolica ha scelto, dunque, di dedicare il mese della pace proprio ad un progetto che mette al centro il valore del cibo e la dignità delle persone e dei lavoratori che impiegano i propri sforzi per produrlo, soprattutto in paesi nei quali le condizioni economiche e sociali sono più difficili.

In questo contesto la politica assume certamente un ruolo cruciale. Lo stesso Papa Francesco ha più volte richiamato l’esigenza di una buona politica, una politica con la “P” maiuscola che sia in grado di dare risposte inedite ed efficaci, all’altezza delle sfide che il contemporaneo ci propone. In tale orizzonte la costruzione della pace passa dunque, attraverso la tutela dei diritti e della libertà di tutti, e nasce da una piena autonomia personale, economica e sociale.

A questo obiettivo tende la campagna di FOCSIV (Federazione degli Organismi Cristiani Servizio Internazionale Volontario) “Abbiamo riso per una cosa seria”, che l’Azione Cattolica Italiana ha scelto di sostenere. L’intento di tale campagna è quello di promuovere l’agricoltura familiare in Italia e nei paesi del sud del mondo come modello sostenibile, più equo e più giusto di democrazia alimentare, puntando sull’alleanza globale tra gli agricoltori. Per scoprire dunque cosa aspetterà ai ragazzi della nostra diocesi, non perdete quest’occasione di partecipare ad un evento di incontro e giochi, con un messaggio ben più profondo!

Ufficio stampa diocesano

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *